Rubriche





















link alle pagine dell'Assessorato

mela astracan Agrienergia

Riferimento Interno

Van Gogh: Notte Stellata - particolare Responsabile: Dott. Luca Branca
Telefono: 0825-765.526
Fax: 0825-765421
E-mail: luca.branca@regione.campania.it

Incentivi all'Agrienergia

Van Gogh: Notte Stellata - particolare



Per la produzione di biomasse e per l’incentivazione alla produzione di energie rinnovabili sono stati disponibili in passato i seguenti finanziamenti

  • POR Campania 2000-2006 (misura 4.8)
  • DGR 283 del 04.03.2006

Nella nuova programmazione

  • Riproposizione quote residue del DGR 283
  • PSR 2007-2013
  • - sia con investimenti di carattere aziendale
  • - sia come produzione di biomassa

DGR n. 283 del 04/03/2006
Incentivi a favore dell’impiego di Fonti Energetiche Rinnovabili e del Risparmio Energetico in Agricoltura

Finalità degli interventi
Concessione di aiuti alle piccole e medie imprese attive nel settore della produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli per interventi che perseguono le seguenti finalità:

  • Riduzione dei costi di produzione con particolare riferimento al risparmio energetico ed all’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili
  • Tutela e miglioramento dell'ambiente naturale
  • Promozione della diversificazione delle attività agricole

Dotazione finanziaria
Per l’attuazione degli interventi di seguito specificati sono state utilizzate risorse finanziarie che ammontano a circa 1.400.000 euro
Saranno disponibili - con un prossimo bando - circa 500.000 euro

Destinatari dell’intervento
Persone fisiche o giuridiche iscritte nel registro delle imprese agricole della CCIAA che esercitano attività agricola -incluse le attività agrituristiche in forma singola e associata - e che, in base ad un legittimo titolo di possesso, conducono terreni.

Tipologie di intervento

  • tipologia A
  • - Ripristino/realizzazione aree di servizio per la raccolta e la prima lavorazione delle biomasse aziendali
  • - Acquisto di macchine e/o attrezzature per la raccolta, lo stoccaggio e la lavorazione delle biomasse aziendali
  • - Impianti e opere edili strettamente connesse alla produzione e allo stoccaggio delle biomasse aziendali
  • Tipologia B
  • - Impianti termici e insieme delle opere ed impianti necessari alla loro messa in opera e al loro corretto funzionamento
  • - Opere edili strettamente connesse all’impianto termico
  • Tipologia C
  • - Impianti e opere per l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili (solare, eolica, geotermica, da biomasse di origine agricola vegetale, idraulica), per il soddisfacimento della domanda energetica aziendale e comunque con potenza non superiore a 20KW;
  • - Investimenti per l’applicazione di tecnologie tendenti al contenimento dei consumi energetici quali: coibentazione, pompa di calore, cogenerazione, sigillatura vetri serra, installazione doppi vetri serre e teli di protezione notturna sulle serre

Entità del contributo
L’entità massima dell’aiuto 40% dei costi ammissibili ed è elevabile al 50% per le imprese site in zone svantaggiate definite ai sensi dell’art. 17 del Reg. CE 1257/1999.
Nel caso degli investimenti effettuati da giovani agricoltori entro cinque anni dall’insediamento, tali percentuali possono raggiungere al massimo il 50% elevabile al 60% nelle zone svantaggiate.



PSR Campania 2007/2013 - Misure relative all'Agrienergia


A. Misure intese a ristrutturare e sviluppare il capitale fisico e promuovere l’innovazione

121. Ammodernamento delle aziende agricole
Interventi aziendali nell’ordine del 10% del totale previsto dal piano di miglioramento aziendale
122. Accrescimento del valore economico delle foreste La misura mira alla realizzazione di interventi strutturali e infrastrutturali per la qualificazione della produzione legnosa e della sua gestione ecosostenibile, in particolare:
Investimenti materiali fissi: Costruzione, acquisizione o miglioramento di beni immobili destinati a raccolta e stoccaggio, deposito delle produzioni legnose (escluso i terreni).

B. Misure intese a promuovere l’utilizzazione sostenibile delle superfici forestali

221. Primo imboschimento di terreni agricoli

  • A. Costituzione di boschi naturaliformi, (bosco misto di origine artificiale simile a quello naturale);
  • B. Imboschimento con specie arboree a ciclo lungo;
  • C. Imboschimento a rapido accrescimento a ciclo breve (rotazione tra due tagli inferiore a 15 anni);
  • D. Imboschimento a rapido accrescimento a ciclo breve per produzione di biomassa (rotazione non inferiore a 8 anni)

Vincent Van Gogh: Notte Stellata - particolare