Rubriche

link alle pagine dell'Assessorato

olive Filiera Olivicola

Riferimento Interno

Olivo Van Gogh Responsabile: Dott. Lorenzo Filomena
Telefono: 0825-765.630
Fax: 0825-765.421
E-mail: lorenzo.filomena@regione.campania.it

Olivicoltura

Olivo Van Gogh La verde Irpinia è una terra ricca di prodotti agricoli di pregio.
La punta di diamante è rappresentata, senza dubbio, dai vini irpini, ormai stabilmente collocati ai vertici della produzione enologica internazionale.

Una parte rilevante del successo dell’enogastronomia irpina è determinata dalla tormentata orografia del paesaggio, attraversato da un capo all'altro dall'Appennino meridionale che, come una barriera, ha favorito la conservazione delle tradizioni e delle varietà locali, selezionatesi nei secoli. Il resto lo hanno fatto i terreni ricchi di elementi nutritivi, apportati dalle eruzioni dei vicini vulcani, e la capacità, la fierezza delle genti irpine, il popolo che più degli altri si è opposto allo strapotere delle legioni romane. Non caso il lupo è il simbolo della provincia.

Anche se la presenza dell’olivo risale a tempi antichissimi, come è ampiamente documentato da numerosi reperti di epoca romana, esso si diffuse in modo significativo in era angioina, per poi consolidarsi in quella aragonese.
Nella sola “Città di Ariano”, nel 1794, erano presenti “dodici molini da macinar olive, chiamati volgarmente trappeti, a quali sono addetti i cavalli per farli girare”, che diventano, dopo qualche decina di anni, 29.
Questo mix (ambiente, varietà, capacità imprenditoriale, tradizione) è alla base dei sempre più numerosi successi ed apprezzamenti che gli oli irpini stanno conseguendo in questi ultimi anni; da quando cioè i produttori hanno iniziato, sempre più numerosi, a dare dignità di bottiglia ad un prodotto commercializzato direttamente in azienda, allo stato sfuso. E su tali basi si stanno costruendo i Disciplinari di produzione degli oli di pregio di una provincia, che oggi conta circa 5.000 ettari di oliveti, per lo più specializzati, con piante allevate in forme tradizionali, anche se non mancano impianti intensivi.

(Dott. Tommaso Vitale)

Van Gogh: Olivi - particolare